Vota il blog!

venerdì 20 giugno 2014

Ingredienti da evitare negli smalti


Ingredienti da evitare negli smalti :
 
- Formaldeide: la formaldeide, o aldeide formica, è un gas incolo
re dall’odore pungente, altamente solubile in acqua. Il suo nome deriva dall’acido formico, veleno urticante prodotto dalle formiche.
A temperatura ambiente è un gas dall'odore pungente. Ha un'azione indurente sulle unghie ma può provocare gravi danni sul nostro corpo. L’Airc, l’Associazione internazionale per la ricerca sul cancro, dopo nuovi studi analitici condotti su alcuni lavoratori, l’ha classificata come un cancerogeno certo, tra i più letali per l’uomo, per inalazione o ingestione. Le Sostanze che cedono formaldeide sono Sodium hydroxymethyl glycinate, Benzylhemiformal, Imidazolidinyl urea and diazolidinyl urea.
 
- Toluene: noto anche come toluolo è un liquido volatile ed incolore dall'odore caratteristico. E'un idrocarburo aromatico che viene usato come solvente in sostituzione del più tossico benzene, cui somiglia sotto molti aspetti. È anche contenuto nella benzina. Il toluene è classificato come sostanza nociva perchè irrita gli occhi, danneggia l'apparato respiratorio, i nervi, i reni e probabilmente anche il fegato. L'inalazione dei suoi vapori produce sintomi di stanchezza, nausea, confusione, disturbi alla coordinazione dei movimenti e può portare alla perdita di coscienza.
 
- Canfora: è una sostanza sintetica pericolosa, è stata usata in diversi preparati per la tosse, come il Vicks e il Buckley, come sedativo della tosse. La canfora è pericolosa soprattutto per i bambini, le persone oltre i 55 anni e per coloro che ne assumono quantità superiori a quelle consigliate per lunghi periodi di tempo. In grandi quantità, la canfora è velenosa quando viene ingerita e può causare convulsioni, confusione, irritabilità, iperattività neuromuscolare, allucinazioni, nausea, vomito e vertigini.

DBP o Dibutilftatalato: e' un filmante, quindi viene comunemente usato negli smalti per conservarli più a lungo. Alcuni studi hanno dimostrato che si tratta di un distruttore endocrino, quindi delle ghiandole, fondamentali per mantenere in salute il nostro organismo.
E' pericolo anche e soprattutto in donne in gravidanza.